Header

Festa Democratica 2014 – work in progress

dicembre 9th, 2014 | Posted by Micol Mattei in Notizie Nazionali - (Commenti disabilitati su Festa Democratica 2014 – work in progress)

FESTA DEMOCRATICAAnche quest’anno il Partito Democratico di Senigallia organizza la FESTA DEMOCRATICA che si terrà dal 4 al 14 luglio 2014 ai Giardini Morandi. Il programma della festa è ancora in corso di definizione, di sicuro non mancheranno i dibattiti politici, in particolare sul tema delle riforme, non mancheranno gli stand gastronomici, la mostra fotografica e la pista da ballo.

Quest’anno, inoltre, la Festa Democratica di Senigallia ospiterà dal 4 al 6 luglio la FESTA REGIONALE DEI GIOVANI DEMOCRATICI che avrà come tema “Europa e Democrazia”.

Parte del ricavato della Festa Democratica verrà devoluto a favore degli alluvionati.

“Il futuro e' un luogo bellissimo, andiamoci insieme”

dicembre 8th, 2014 | Posted by Micol Mattei in Notizie Nazionali - (Commenti disabilitati su “Il futuro e' un luogo bellissimo, andiamoci insieme”)

festaunità

Matteo Renzi chiude la Festa Nazionale de l’Unità di Bologna.

“Un grazie non scontato e non formale ai volontari, alla loro passione, e alle persone che ci credono. Sono la nostra forza e la nostra ricchezza”. Con queste parole il segretario del Pd e presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha esordito nel discorso di chiusura della Festa dell’Unità a Bologna, ricordando le centinaia di feste che ogni anno il Partito democratico organizza in Emilia Romagna e in tutta Italia.
Un secondo ringraziamento è andato “a chi ha fatto il segretario prima di me”, ha detto Renzi, ricordando Guglielmo Epifani, Walter Veltroni, Dario Franceschini e Pier Luigi Bersani, a cui il segretario democratico ha riservato “un doppio grazie”.

Europa, politica economica e politica estera sono stati i temi al centro della prima parte del discorso di Renzi, che ricordando la recente nomina di Federica Mogherini ad Alto rappresentante, ha sottolineato come “questo per noi significa che la politica estera europea deve diventare una cosa seria”.

“Siamo un partito che è visto come una speranza in tutta Europa, è un risultato che deve lasciarci i brividi e darci responsabilità”, ha poi aggiunto il segretario, ricordando il risultato raggiunto dal Pd alle ultime elezioni europee.
“Insieme dobbiamo cambiare l’Europa e costruirne una più legata alla crescita e meno al rigore, più al lavoro, alle famiglie e meno alle banche”, ha aggiunto.
E ancora a proposito del risultato alle europee: “Il 41% è innanzitutto responsabilità e lo abbiamo preso perché gli italiani ci hanno chiesto di riscrivere la storia di questo Paese. O l’Italia la cambiamo noi o non la cambia nessuno”.
Sempre sull’Europa, e delle azione necessarie sul versante dell’immigrazione, Renzi ha ricordato che “questa notte è nata una bambina salvata dai militari italiani. Dire che c’è spazio per la politica significa dire all’Europa che possiamo occuparci solo dei vincoli di bilancio e non di ciò che avviene nel mare Mediterraneo, si smetta di lasciar sola l’Italia”.

Passando ai temi economici, il premier ha rivendicato la scelta degli 80 europerché “rappresentano un’idea di società. L’idea che chi ha sempre dato finalmente comincia a ricevere qualcosa indietro. Questa è giustizia sociale”.

Nel lungo passaggio sulla scuola, Renzi ha chiarito che “abbiamo detto mai più precari e supplenti ma anche che gli scatti non siano solo sull’anzianità ma sulla base della qualità del lavoro. Il merito è di sinistra, la qualità è di sinistra, il talento è di sinistra. Io voglio stare dalla parte dell’uguaglianza non dell’egualitarismo”.

Il segretario del Pd ha dunque concluso il suo discorso passando a parlare del partito.
“Il Pd deve trovare un proprio modo di stare insieme. In un partito che ha preso il 41% nessuno può fare da solo”, ha tenuto a sottolineare, ma, ha aggiunto “chi ha vinto le primarie deve far sì che le cose promesse vengano realizzate: il diritto di veto non c’è per nessuno. Il Pd ha un sacco di cose da fare e non può permettersi di perdere tempo a litigare. Per questo venerdì presenteremo la nuova segreteria e la mia proposta è che sia unitaria”.

“A nessuno può essere permesso di fermare il cambiamento. Il futuro è un luogo bellissimo, andiamoci insieme”, ha concluso.

Guarda il video del discorso.

da www.partitodemocratico.it

#Europeforcitizens: campagna informativa dei GD per rendere i cittadini parte attiva

dicembre 7th, 2014 | Posted by Boris Diotalevi in Notizie Nazionali - (Commenti disabilitati su #Europeforcitizens: campagna informativa dei GD per rendere i cittadini parte attiva)

immagine_1-2
I Giovani Democratici di Senigallia propongono una campagna informativa e propositiva dal nome #Europeforcitizens (L’Europa per i cittadini) per sensibilizzare la cittadinanza a rendersi parte attiva per il miglioramento dell’Europa.La campagna prende il nome da un progetto esistente dell’Unione Europea e che ha come obiettivo quello di finanziare progetti che rendessero l’Europa più tangibile per i propri cittadini, a partire dallo sviluppo e la valorizzazione del pluralismo delle realtà comunitarie, alla creazione di un senso di appartenenza all’Unione Europea e di un’identità europea unitaria fondata su comuni esperienze storico culturali.

Consapevoli che per decenni l’Europa ha garantito Pace, benessere e speranza, ma che ora una forte crisi economica abbia prodotto grande sfiducia nei cittadini europei che vedono l’UE come un soggetto burocratico capace solamente di imporre misure economiche e austerità, abbiamo pensato che sia necessario informare e porre al centro dell’Unione Europa il cittadino, come soggetto attivo, capace di trasformare quest’Europa tecnocratica, in un’Europa sociale, culturale e attenta al lavoro.

La campagna è divisa quindi in due momenti: il primo informativo, attraverso la pagina Facebook (Europeforcitizens) e il nostro blog nella sezione dedicata (Blog GD); il secondo propositivo e di ascolto, nelle piazza e nelle vie della città con i cittadini. Un invito importante per arrivare preparati all’importante incontro dell’elezioni europee del 25 maggio.

Incontri al 1^ circolo

dicembre 4th, 2014 | Posted by Micol Mattei in Notizie Nazionali - (Commenti disabilitati su Incontri al 1^ circolo)

cropped-immagine_14.jpgCare iscritte e cari iscritti,

vi ricordo che nell’ambito degli incontri promossi dal 1^ circolo con gli assessori della giunta, i prossimi appuntamenti saranno:

– giovedì 6 novembre alle ore 21.15 con l’assessore con delega ai servizi alla persona, sanità, politiche per l’integrazione e edilizia residenziale pubblica Fabrizio Volpini;

giovedì 13 novembre alle ore 21.15 con l’assessore con delega alle attività economiche, pari opportunità e partecipazione, Paola Curzi;

lunedì 22 novembre alle ore 21.15 con l’assessore con delega all’urbanistica, Simone Ceresoni.

Gli incontri sono estesi anche a tutti i simpatizzanti del partito in quanto, oltre ad essere un importante momento di dialogo e confronto, sono anche una sorte di rendicontazione del buon operato dei nostri assessori. Ed è proprio la buona gestione della politica che deve sostenere la campagna per la riconferma del nostro sindaco Maurizio Mangialardi.

Non mancate all’appuntamento di giovedì sera e, per chi non l’avesse ancora fatto, ricordatevi di rinnovare anche quest’anno la tessera del Partito Democratico.

Micol

 

 

Diritti Umani – MEDITERRANEO

dicembre 3rd, 2014 | Posted by Micol Mattei in Notizie Nazionali - (Commenti disabilitati su Diritti Umani – MEDITERRANEO)

altAnf61UMXZTSAilBG6Xyp51zGCIxX5NjzrL2_3naT_jIoIl terzo circolo PD di Senigallia e i Giovani Democratici della provincia di Ancona vi invitano venerdì 19 settembre 2014 alle ore 21.15 presso il Centro Sociale Vallone all’iniziativa “Diritti Umani – MEDITERRANEO”.

Sono centinaia di migliaia le persone che per sfuggire da guerre e povertà si imbarcano lungo le sponde meridionali e orientali del Mediterraneo e, dopo viaggi su carrette della speranza, giungono (se tutto va bene) sulle nostre coste.

Questo drammatico fenomeno, che negli ultimi anni si è ulteriormente accentuato, vede l’Italia in prima linea nel soccorso ai migranti e rende ancora più urgente ridisegnare la politica di immigrazione e di asilo dell’Italia e dell’Unione europea con uno sforzo parallelo e congiunto.

L’Unione europea ha acquisito nel tempo competenza legislativa in materia di immigrazione e asilo e l’ha esercitata adottando direttive e regolamenti che i Paesi membri, tra cui l’Italia, hanno trasposto nel loro ordinamento nazionale.

La dinamica prevalentemente securitaria impressa alle politiche dell’Unione europea in materia di giustizia e affari interni ha segnato lo sviluppo della politica di immigrazione e asilo dal 2001, ponendo l’accento sulla gestione integrata delle frontiere esterne dell’Unione europea e sulle politiche di rimpatrio e di riammissione, in particolare attraverso la definizione di accordi con i Paesi di origine e transito fortemente orientati alla cooperazione di sicurezza e di polizia.

Le politiche di ingresso e soggiorno, le politiche di mobilità e di integrazione hanno avuto un ruolo gregario nella definizione complessiva di una politica di immigrazione e asilo dell’Unione europea e sono state orientate al principio – definito da Nicholas Sarkozy – dell’immigrazione scelta, vincolata soltanto alle esigenze dei mercati del lavoro nazionali. Una concezione dove il migrante è concepito nuovamente come un lavoratore ospite e non come una persona, un cittadino, con un progetto migratorio e di vita, con diritti e doveri. 

L’irrompere delle “primavere arabe” ha portato a una ridefinizione importante dell’approccio alla politica di immigrazione, in particolare nel rapporto con i Paesi di origine e transito, dando il via ad uno sforzo ancora in corso per costruire partenariati pienamente politici a sostegno dei processi di democratizzazione, con l’obiettivo di combinare le dimensioni dello sviluppo, della sicurezza, della mobilità, del lavoro in un quadro più complesso. (*)

Venerdì 19 settembre tratteremo questo tema osservando in che modo vengono rispettati e tutelati i diritti umani dei tanti migranti che attraversano il Mediterraneo e che vedono nell’Europa la terra della speranza e della pace. Interverranno al dibattito la senatrice Silvana Amati, membro della Commissione Straordinaria per la Tutela e la Promozione dei Diritti Umani, e Paolo Pignocchi, membro della Direzione Nazionale di Amnesty International. Porteranno le loro testimonianze Fabrizio Volpini, assessore ai Servizi Sociali e alla Persona del comune di Senigallia, Margherita Angeletti, medico e membro della Società Italiana Medicina dell’Immigrazione, Andrea Bomprezzi, sindaco di Arcevia- sede dell’unico centro di accoglienza per i richiedenti asilo nelle Marche-, Malih Mohamed, scrittore e giornalista.

(*) tratto dalla proposta programmatica “Una nuova legge quadro sull’immigrazione e sul diritto d’asilo” a cura del Forum Immigrazione PD 

Bilancio di previsione 2014: “Dalle opposizioni le solite critiche e nessun contributo”

dicembre 2nd, 2014 | Posted by Micol Mattei in Notizie Nazionali - (Commenti disabilitati su Bilancio di previsione 2014: “Dalle opposizioni le solite critiche e nessun contributo”)
cropped-immagine_14.jpgIl Consiglio Comunale, il 30 luglio, ha approvato a maggioranza il bilancio di previsione 2014. Sin dal suo insediamento, questa Amministrazione si è caratterizzata per la scrupolosa attenzione al sociale rispetto al quale le somme stanziate in bilancio sono rimaste invariate nonostante le sempre maggiori difficoltà dovute alla crescente scarsità di risorse e alla diminuzione dei trasferimenti statali e regionali.

La crisi economica che si protrae ormai da anni ha colpito e, purtroppo, colpisce ancora tanti cittadini i quali hanno visto progressivamente ridurre il proprio reddito, inoltre la perdita del lavoro che accomuna molti, la crisi della piccola e media impresa e di tanti lavoratori autonomi hanno imposto uno sforzo ancora maggiore del solito. Le tante imposizioni normative inderogabili, prima fra tutte il rispetto del patto di stabilità, non ci hanno impedito di adottare scelte comunque incisive e rispondenti ai bisogni dei cittadini.

È appunto in quest’ottica che la maggioranza ha deciso di calibrare in modo progressivo le imposte. Per ciò che riguarda la TASI, sono previste detrazioni progressive fino ad un massimo di 600 euro di rendita catastale e l’azzeramento per le rendite fino a 300 euro. Una particolare attenzione è riservata alle famiglie che risiedono nei quartieri colpiti dall’alluvione, dove la riduzione è del 50% con un indice ISEE fino a 40.000 euro. Così pure, una detrazione del 50% è prevista per tutti quei nuclei con indice ISEE fino a 11.500 euro e del 30% per i redditi fino a 17.250 euro. Per ciò che riguarda la TARI, rispetto allo scorso anno, non essendo previsti i 30 centesimi al mq, ci sarà una riduzione per tutte le utenze domestiche. Rimane un’ulteriore riduzione del 25% per redditi ISEE fino a 11.500 euro e del 10% per redditi ISEE fino a 17.250.

Oltre a ciò, purché nei limiti di una determinata rendita catastale, vi saranno sgravi anche per i comodati d’uso a parenti in linea retta di primo grado; in questa maniera si è cercato di sanare un’iniquità dovuta alla mancata previsione nella pregressa normativa nazionale che imponeva di considerare tali immobili “a disposizione”, ovvero soggetti alla massima aliquota impositiva. Oltre alle famiglie, non ci siamo dimenticati delle attività economiche e delle imprese edili, che stanno pagando un prezzo altissimo a causa della crisi, con la previsione dell’azzeramento della tassa di occupazione del suolo pubblico (COSAP) per i cantieri edili per i primi tre mesi. Confermati il fondo di solidarietà per 200.000 euro a favore di coloro che hanno perso il lavoro e di 100.000 per lo sviluppo economico al fine di favorire la nascita di nuove imprese. In tale contesto, rimane l’amarezza di aver dovuto constatare l’assenza di qualsiasi contributo da parte delle opposizioni, soltanto le solite e reiterate critiche che si protraggono da ormai 4 anni.

La mancanza di qualsiasi progetto alternativo alla proposta della maggioranza è comprovato dalla loro latitanza in Consiglio, quando dovevamo approvare il più importante atto amministrativo. In frangenti come questi ci si sarebbe aspettata una discussione propositiva e non la sterile polemica a scopo esclusivamente elettorale sull’aumento dell’ imposizione fiscale. Siamo tutti consapevoli dell’entità del peso fiscale ed abbiamo cercato di mitigarne gli effetti ma onestà intellettuale vorrebbe che si informassero correttamente i cittadini: i Comuni non possono in alcun modo disapplicare la normativa fiscale, si possono solo attenuare gli effetti, ed è esattamente ciò che questa Amministrazione ha fatto approvando il bilancio che permette di garantire la funzionalità e la qualità dei servizi erogati, il cofinanziamento di fondi europei per i progetti del Palazzetto Baviera e della scuola Puccini, il pagamento delle ditte e dei fornitori che da troppo tempo aspettano la riscossione dei loro crediti.

Elisabetta Allegrezza
segretario Unione Comunale PD Senigallia

VADEMECUM DELLA DEMOCRAZIA

dicembre 1st, 2014 | Posted by Micol Mattei in Notizie Nazionali - (Commenti disabilitati su VADEMECUM DELLA DEMOCRAZIA)

Luca AliciLa democrazia è il potere di un popolo informato. Con queste parole Alexis de Tocqueville nel XIX ci esponeva la sua idea di democrazia e proprio di democrazia si discuterà il prossimo venerdì 5 dicembre presso la sede del PD di via Cherubini alle ore 21.00 con un giovane ma affermatissimo ospite, Luca Alici professore universitario di Filosofia presso l’Università degli Studi di Perugia, introdurrà Mauro Pierfederici.

L’idea è di fare un piccolo excursus storico della democrazia per riflettere sulla sua forma attuale e come essa coinvolge oggi i cittadini. In molti dei recenti conflitti si è combattuto per gli ideali di democrazia e di libertà, dalla rivoluzione francese alle primavere arabe, oggi per lo meno nel nostro paese fa già parte del bagaglio culturale di ognuno, eppure recentemente con l’arrivo di internet e dei social network si è creduto che la democrazia potesse trasformarsi in qualcosa di più diretto e istantaneo. La stessa democrazia però ha bisogno di partecipazione e di informazione, perché ogni cittadino ha diritto e il bisogno naturale di occuparsi della “res pubblica”, infatti è il cittadino il protagonista della democrazia, non può rimanere estraneo alle sue responsabilità in quanto non deve essere un soggetto passivo, una scatola che si può riempire di nozioni senza adottare uno spirito critico.

È importante per il cittadino tornare ad essere convinto e consapevole dei suoi diritti e doveri, dei valori, della responsabilità politica e della tolleranza, sono questi con molti altri termini e concetti cui si parlerà in maniera fresca e trasparente senza considerarla come una lezione, ma un semplice scambio di idee e pensieri.

Boris Diotalevi
Coordinatore PD IV Circolo

Il PD con il PSE per restituire dignità alla politica

dicembre 1st, 2014 | Posted by Boris Diotalevi in Notizie Nazionali - (Commenti disabilitati su Il PD con il PSE per restituire dignità alla politica)

immagine_1-3“Per i democratici questo è un giorno speciale, un momento molto importante per la nostra comunità”, lo ha detto il premier Matteo Renzi, iniziando in inglese il suo intervento, al congresso elettorale del Partito Socialista Europeo –Socialists&Democrats ‘Towards a new Europe‘, che sancisce l’ingresso dei democratici nella famiglia dei socialisti europei.

Il premier dal palco del Congresso ha voluto salutare quanti prima di lui hanno lavorato per giungere all’ingresso del PD nel Pse: Pier Luigi Bersani, Piero Fassino, Massimo D’Alema e “tutti i predecessori alla guida del PD e dei suoi ‘affluenti'”.

“E’ cominciato tutto qui a Roma”, ha proseguito Renzi in francese e in fine in italiano: “Questa è la città della grande bellezza.”
Per Renzi la sfida più importante da affrontare è assicurare l’educazione per tutti. “Le libertà economiche non possono essere più importanti di quelle sociali, per questo credo che la più grande scommessa che dobbiamo vincere è quella dell’educazione e l’attenzione verso la scuola, dove si costruisce la condizione dell’Europa economica. Se questo avverrà il PD sarà orgoglioso di far parte di un cammino economico comune. Firenze è grande non perchè ha grandi scultori o letterati, tantissimi tutti insieme nel periodo del Rinascimento, ma perchè i banchieri hanno investito sul futuro, sull’educazione”.

Secondo Renzi, “la finanza è stata grande ‘non quando le banche hanno salvato gli Stati, oggi succede il contrario, non quando hanno messo a posto i conti inglesi, ma quando hanno capito che investire in educazione è un diritto per tutti. Un bambino figlio di nessuno poteva studiare come i figli dei signori grazie a un meccanismo per garantire a tutti la scuola come garanzia di libertà. E’ la più grande scommessa che possiamo tentare di vincere: l’educatione, la scuola, dove si costruisce l’Europa sociale, condizione non figlia, ma essenziale”.Renzi ha definito l’altro importante obiettivo da raggiungere: “Dobbiamo fare in modo che il piccolo artigiano non veda l’Europa come il problema ma come la soluzione dei problemi, come l’Europa dei cittadini e non dei burocrati. Questo è il nostro obiettivo. Il governo italiano ha la responsabilità primaria di arrivare alla guida del semestre Ue non soltanto adempiendo agli obblighi e agli inviti che vengano dalle istituzioni europee, ma come occasione per parlare di nuovo modello. Noi arriveremo al semestre europeo con il bilancio a posto, ma non perchè ce lo chiedono le istituzioni, lo faremo per i nostri figli. I conti a posto non sono una richiesta di qualcuno da fuori ma un impegno verso le nuove generazioni”.
Il premier ha concluso il proprio intervento elogiando la candidatura di Martin Schulz alla presidenza della commissione Ue: “Martin, il tuo compito è il nostro compito, la tua candidatura è una meravigliosa opportunità per te e per noi. Dobbiamo arrivare al futuro non aspettando ma costruendo e accompagnando la sfida di una nuova Europa”. Fonte: www.partitodemocratico.it

NOTTE ROSSA

settembre 25th, 2014 | Posted by Micol Mattei in Notizie Locali - (0 Comments)

NOTTEROSSA FRONTE

 

NOTTEROSSA RETRO

 

Il Contratto di Fiume

settembre 12th, 2014 | Posted by Micol Mattei in Notizie Locali - (0 Comments)

LOCANDINA 15 SETTEMBRE