Header

Festa

Care democratiche e democratici,
ci ritroviamo anche quest’anno al consueto appuntamento con la nostra Festa dell’Unità che si svolgerà ai Giardini Morandi di Senigallia dal 15 al 25 luglio.
È trascorso un altro anno, denso di impegni.
Molta strada è stata fatta verso l’approvazione delle riforme che il Governo ha avuto mandato dal Parlamento di attuare per rendere il nostro Paese più moderno e più vicino alle esigenze dei cittadini.
La ripresa economica è innegabile ma certamente non ancora sufficiente e per continuare il percorso è necessario il sostegno e l’appoggio di ognuno di voi.
Pur attraverso tante difficoltà il Partito Democratico ha ispirato la propria azione di governo in difesa ed in soccorso delle classi più deboli e disagiate e maggiormente colpite dalla perdurante crisi economica che ha causato la perdita di migliaia di posti di lavoro.
Nella nostra città, capitale del turismo marchigiano, ad un anno dalle elezioni amministrative, possiamo vantarci del buon governo della coalizione guidata dal nostro Sindaco Maurizio Mangialardi.
Ricordo in particolare due grandi eventi, la riqualificazione della Piazza del Duomo che verrà tra pochi giorni inaugurata e l’apertura a breve del secondo tratto della complanare che consentirà l’eliminazione di tanta parte del traffico cittadino, opere rese possibili dalle scelte lungimiranti della nostra Amministrazione.
Invito tutti a partecipare ai nostri dibattiti dedicati quest’anno in particolare alle riforme, alla tutela dell’ambiente ed al sociale.
Potrete inoltre apprezzare i piatti tipici della nostra cucina.
Vi aspetto.
Elisabetta Allegrezza
Segretario PD Senigallia

Festa de l’Unità 2016 (leggi il programma)

IMG-20160119-WA0000

L’iniziativa nasce dall’approvazione in via definitiva alla Camera, lo scorso dicembre, dell’ecocollegato sulla green economy, di cui il senatore Pd Stefano Vaccari, attualmente segretario della Commissione Ambiente, ne è stato relatore nel suo percorso al Senato.

Il collegato contiene molte misure importanti e innovative come il primo programma nazionale per la mobilità sostenibile, interventi per l’economia circolare e per la green economy, disposizioni in materia di valutazione ambientale, blue economy, prevenzione del dissesto idrogeologico, misure per gli acquisti verdi nella Pubblica Amministrazione, sperimentazione delle Oil free zone. Il senatore Vaccari ha dichiarato che l’approvazione di questa legge “inaugura una nuova stagione per lo sviluppo sostenibile”.

Per approfondire ulteriormente l’argomento, tutta la cittadinanza è invitata a partecipare all’incontro con il senatore Vaccari e coordinato dal segretario del PD di Senigallia Elisabetta Allegrezza che si terrà venerdì 22 gennaio alle ore 18.00 presso l’Auditorium  San Rocco.

IMG-20160123-WA0008

IMG-20160123-WA0007

Page1

IMG-20151206-WA0000

È un momento importante per l’Italia. Stiamo ripartendo grazie all’azione del nostro partito e del nostro governo. Il 5 e 6 dicembre tutto il Partito Democratico sarà mobilitato per promuovere l’iniziativa “Italia, coraggio!” con un banchetto in ogni piazza italiana per parlare delle proposte del PD, ascoltare, confrontarsi. Per chi vorrà ci sarà spazio per tesserarsi e per far sentire la propria voce.

giovani-democratici-michele-carotti

I Giovani Democratici di Senigallia si sono riuniti domenica 15 novembre a Congresso, presso la sede del PD in via Arsilli, per l’elezione del nuovo Segretario comunale dell’Organizzazione giovanile.


L’Assemblea, presieduta dal Segretario uscente Boris Diotalevi, dal Segretario provinciale Marco Pettinari e dal Segretario regionale Roberto Tesei, ha scelto come prossimo Segretario cittadino Michele Carotti; dottore in Scienze biologiche, precedentemente Responsabile Ambiente e Vice-Segretario della Segreteria comunale cittadina (nella foto è il primo a sinistra).

“Quella dei Giovani Democratici è una realtà radicata e conosciuta nella città – ha affermato Carotti – grazie al lavoro di coordinamento di chi mi ha preceduto: Alberto Bartozzi, Marco Pettinari e Boris Diotalevi. In continuità con quello che abbiamo fatto ho deciso di incentrare il lavoro sul bene della città, soprattutto in questa legislatura, dove una nostra iscritta, Chantal Bomprezzi, è all’interno della Giunta comunale, rappresentando per noi un canale diretto per un dialogo con l’Amministrazione cittadina. 

Non condivido le parole di chi vede nell’organizzazione giovanile un mero mezzo per raggiungere incarichi “più importanti” più velocemente.
Noi non siamo questo, noi siamo una realtà consolidata che lavora da anni con impegno e passione, per il bene dei cittadini, della città e del partito“.

Hanno partecipato al Congresso, portando i propri saluti ed il proprio augurio di buon lavoro al nuovo Segretario, il Vice-Sindaco Maurizio Memè, l’Assessore Chantal Bomprezzi, il Consigliere con delega alle Politiche Giovanili Lorenzo Beccaceci, il Presidente del Consiglio comunale Dario Romano, il Capogruppo del PD in Consiglio comunale Mauro Gregorini, il Presidente dell’Unione Comunale del PD cittadino Massimo Barocci, il Tesoriere del PD Ivano Sbrollini, il già Segretario dei Giovani Democratici di Senigallia Alberto Bartozzi, la Segretaria della Giovanile di Corinaldo Samanta Ciarafoni, il Segretario dei Giovani Democratici di Loreto Francesco Russo, il Responsabile attività politiche dei GD Marche Silvio Gregorini e l’Organizzatore dei GD Marche Alessandro De Nicola.

VaccinarSI

10462375_1628245054092166_3037619075162342621_n1° Circolo “CENTRO STORICO” via Arsilli 94/1
Il circolo sarà aperto al tesseramento dalle 15.30 alle 19.00  e inoltre sarà possibile incontrare i membri dell’amministrazione comunale di Senigallia.

3° Circolo “VALLONE” presso “Country House Beatrice” Str. di S. Gaudenzio, 4
Il circolo ha organizzato un pranzo a cui saranno presenti:
Maurizio Salustri – Consigliere Comunale
Simonetta Bucari – Assessore alla Cultura e all’Istruzione
Chantal Bomprezzi – Assessore al Benessere del Tempo Libero e Politiche Europee
Dario Romano – Presidente del Consiglio Comunale
Mattia Morbidoni – Consigliere Provinciale e Presidente del sistema Museale Provinciale
Fabrizio Volpini – Consigliere Regionale e Presidente IV Commissione

4°Circolo “PACE” via Cherubini 4

Il circolo sarà aperto dalle ore 17.30 alle ore 19.00 per un breve aperitivo e una discussione sulle nuove iniziative in programma.

IMG-20151017-WA0010

Venerdì 16 ottobre si è svolto presso l’auditorium San Rocco l’incontro pubblico sulle attività estrattive nell’Adriatico organizzato dal Partito Democratico di Senigallia.

Lo scorso venerdì il Partito Democratico di Senigallia, insieme alla federazione di Ancona e quella di Pesaro-Urbino, ha organizzato un incontro pubblico per avviare un dibattito serio e costruttivo sulle attività estrattive nel mare Adriatico, un tema particolarmente sentito dalla nostra comunità. L’incontro è stato un momento di serio e qualificato approfondimento e confronto, grazie alla partecipazione della senatrice Fabbri, del nostro sindaco nonché presidente Anci Marche Maurizio Mangialardi, dell’ Assessore Regionale all’Ambiente Angelo Sciapichetti, della senatrice Amati, della Presidente della Provincia di Ancona Eliana Serrani, dei Sindaci dei Comuni della Valle del Misa e del Nevola.

Particolarmente importante è stato il contributo del Dott. Terlizzese, direttore generale per le  attività energetiche e minerarie, che ha illustrato lo stato dell’attività estrattiva nel nostro Paese e la complessa normativa vigente per ottenere i permessi per lo svolgimento di tale attività (tutte le informazioni sono pubblicate sul sito unmig.mise.gov.it). Il sindaco Mangialardi, nel ribadire la propria contrarietà e quella della comunità ad attività estrattive in prossimità delle nostre coste, ha confermato il proprio no anche alle attività di stoccaggio di CO2 previste dal progetto Sibilla.

Ritenendo fondamentale l’opinione della comunità su temi così delicati, su proposta della senatrice Fabbri verrà istituito un tavolo permanente di concertazione tra Ministero e Regione, già sperimentato in Emilia Romagna,  affinché nessuna trivellazione e tanto meno alcuno stoccaggio di CO2  possa essere effettuato senza il consenso del territorio.
Un ottimo risultato, quello raggiunto al termine dell’incontro, che tranquillizza tutti noi cittadine e cittadini e che sgombera il campo dalla disinformazione che in questi mesi ha ingenerato paura e preoccupazione  per la salvaguardia del nostro ecosistema  e del turismo, principale risorsa del nostro territorio.

 

PD Senigallia

 

IMG-20151017-WA0009 IMG-20151017-WA0007 IMG-20151017-WA0008

Manifesto

sede_pd-6-755x515Non vanno considerati solo i 550.000 cittadini italiani che hanno deciso di devolvere il 2×1000 al Pd, considererei anche gli altri, coloro i quali li hanno devoluti agli altri partiti. Sono questi cittadini che hanno mandato un messaggio chiaro di sostegno alla svolta impressa dai partiti politici per quanto riguarda il loro finanziamento. A questi cittadini i partiti che si finanziano sulla base del coinvolgimento diretto dei contribuenti piace e il loro consenso apre a nuove responsabilità perché come è venuto così può sparire. Va conservato e forse manutenuto con attenzione e sensibilità. E’ una pianta giovane.

Avere responsabilità significa da subito decidere di impegnare una parte di questi soldi in una meticolosa ed esaustiva rendicontazione non solo relativa al modo in cui questi soldi sono stati impegnati ma relativa al complesso dei comportamenti economici e finanziari. Questi 550.000 italiani vanno coccolati perché hanno dato in forma anonima e senza alcuna contropartita. E’ importante che la funzione di Francesco Bonifazi diventi proattiva, non solo tesoriere ma vero e proprio fund raiser.

Questo modo di far politica sarà certamente al guinzaglio di qualcuno ma non saranno i ricchi come paventa Pier Luigi Bersani ma i cittadini in quanto tali. Il partito di iscritti ed elettori non può che essere un partito public company i cui azionisti sono appunto gli iscritti e gli elettori che sono contribuenti.

In tutte le democrazie raccogliere fondi, nel nostro caso le devoluzioni fiscali, è il primo metro di giudizio e di verifica della popolarità e del consenso. Volete che esistiamo? Ci date fiducia? Sosteneteci. E per raccogliere fiducia bisogna avere fiducia in se stessi.

Il Pd, a tutti i livelli, dai circoli ai gruppi parlamentari, si deve proporre senza sensi di colpa, superando l’idea che chi dice che tutti i politici sono uguali e che tutti ne approfittano abbia ragione. Si tratta di formare una generazione di persone attive nella politica orgogliose di esserlo. E si tratta di dar loro in mano gli strumenti e le buone ragioni per fidarsi del proprio partito. E per far questo la trasparenza e un impegno serio sulla verificabilità dei comportamenti a tutti i livelli è cruciale. Non si tratta di superiorità morale ma di uno stile di vita che cambia solo lenti e non la montatura.

Articolo del 5/9/2015 di Mario Rodriguez tratto da unità.tv

Leggi anche l’articolo di Mario Lavia: Quei 549.196 liberi di finanziare il PD